Swiss Evolution Institute Lugano

Ascoltare per crescere

Ascoltare per crescere

Come cogliere le opportunità semplicemente ascoltando

SI DICE CHE ASCOLTARE SIA IL PRIMO PASSO DEL COMUNICARE, ecco perché forse molte volte nascono conflitti e incomprensioni. Siamo talmente presi da ciò che vogliamo dire che ci dimentichiamo che abbiamo un’altra persona davanti. 

Il Dalai Lama dice che “quando parliamo ripetiamo solo quello che già sappiamo, solo quando ascoltiamo possiamo imparare qualcosa di nuovo”

Per noi ascoltare attivamente significa essere mentalmente disponibile al messaggio che l’altra persona ci vuole comunicare e ci aiuta ad entrare in empatia comprendendo così le emozioni dell’altro.

Farlo tuttavia non è poi così semplice, bisogna compiere uno sforzo maggiore rispetto a quello che faremmo per parlare, ovviamente.

Ma come si impara ad ascoltare? Soprattutto come si fa a farsi ascoltare!?

Noi, tendenzialmente, ci orientiamo seguendo alcuni semplici passaggi, che utilizziamo anche durante i nostri incontri:

  • ATTENZIONE: tieni la soglia dell’attenzione sempre alta, cerca di non farti distrarre da ciò che succede intorno, ascolta ogni singola parola ed ogni singolo gesto del tuo interlocutore. Questo ti permetterà di allinearti alla sua lunghezza d’onda, trasmettergli vicinanza contribuendo così ad ogni momento della comunicazione.  
  • COMPRENSIONE: sii imparziale, cerca di capire cosa prova l’altro/a, le emozioni che lo stanno attraversando e metti da parte il giudizio
  • ATTEGGIAMENTO: usa il tuo corpo e i tuoi gesti per dimostrarti presente; il linguaggio non verbale è un elemento importantissimo nella comunicazione: guarda negli occhi chi ti sta parlando, stai dritto e “attivo”.  In questo modo la persona davanti a te si sentirà a suo agio, accolta e… davvero ascoltata.

Ascoltare è un’attività tutt’altro che passiva, richiede impegno e focus; all’inizio potrebbe sembrare difficile ma, allenando questa abilità, a giovare sarà ogni tipo di relazione personale, familiare e professionale.

Come ti sentiresti se potessi esprimere i tuoi pensieri per almeno trenta o quarantacinque secondi senza essere interrotto/a? Non riesci nemmeno a immaginarlo. 

Ecco perché, una delle regole che noi proponiamo è molto semplice: quando uno parla gli altri stanno zitti! Eventualmente puoi prendere appunti e al momento opportuno puoi proporre le tue riflessioni. 

Ti garantisco che nella maggior parte dei casi, molte delle domande che ci vengono in mente sono inutili perché, se lasciassimo parlare, le risposte vengono sviscerate durante l’eloquio. 

Ecco perché l’ascolto è importante… d’altronde c’è un motivo se abbiamo due orecchie e una sola bocca.

CONDIVIDI oppure STAMPA:

LinkedIn
Facebook
WhatsApp
Telegram
Skype
Email
Print